Nonostante la crisi economica e i disordini sociali, la Grecia registra quest’anno il record di presenze estive e di rotte aeree e questo non perché i prezzi si siano abbassati a dismsisura ma perchè l’attrattiva e l’offerta delle sue isole è rimasta intatta e allettante.

A parte le Cicladi (Mykonos, Paros, Ios, Santorini…) che da sempre rappresentano la voce economicamente più sostanziosa degli introiti del turismo greco, quest’anno la vera sorpresa è Creta, l’isola greca più grande ( e la 5° del Mediterraneo) e quella che offre il miglior compromesso tra mare, storia e cultura.

Venire a Creta vuol dire immergersi nei fasti di una cultura antichissima e allo stesso tempo rimanere basiti dalla bellezza della natura e delle sue gole e insenature.

Vediamo insieme i punti cardine di questa esplorazione:

Città e siti archeologici

Iraklio (Candia) è la capitale di Creta e anche il centro economicamente più vivace.

Non mancate di visitare il porto e il Museo archeologico che racchiude il meglio dell’arte minoica.

Cnosso

Sede del famosissimo palazzo con le colonne rosse che riporta ai fasti dell’antica civiltà minoica.

Un tempo governata dal re Minosse e secondo la mitologia classica anche sede del labirinto del Minotauro.

Festo

E’ il secondo Palazzo per importanza dopo Cnosso, antica sede del governo di Radamanto, fratello di Minosse.

Spiagge

Ci sono paesaggi variegati e ben distinti. La costa nord è più accessibile e più attrezzata turisticamente con lunghi lidi sabbiosi, mentre a sud ci sono i litorali più nascosti e isolati, a volte raggiungibili solo a piedi attraverso sentieri segreti e spesso meta di naturisti e campeggiatori. Il mare è sempre cristallino e la sabbia bianca e finissima.

Queste le spiagge in provincia di Iraklio tutte impreziosite dalla bandiera blu europea per la qualità dell’acqua e delle strutture:

Karteros di Amnissos, Analipsi, Amoudara, Kato Gouves. Interessanti e pittoreschi anche i villaggi sul mare della zona: fate una puntatina a Malia e ad Agia Pelagia.

Oasi di Vai (zona di Lassithi)

E’ il più grande palmeto naturale in Europa e si estende fino al mare: un panorama mozzafiato che al tramonto chiude i cancelli (per evitare bivacchi e campeggi e preservare la bellezza del luogo).

Un’altra esperienza degna di nota è la visita alle due isole deserte di Koufonissi e Hrissi.

Sulla prima potrete ammirare anche i resti di un teatro e di un acquedotto romano, oltre a godervi un mare turchese quasi caraibico.

La baia di Balos a Creta.

La baia di Balos a Creta.

Se invece siete amanti di lunghissime spiagge sabbiose dove godere del relax sdraiati su comodi lettini, i 10 km della spiaggia di Georgioupolis (in provincia di Chania) non mancheranno di accontentarvi….

Link utili

Foto di Creta

Per altre informazioni un buon sito è cretagrecia.com

Tags: archeologia creta, cosa vedere creta, spiagge belle creta, vacanze creta 2011