Grutas Park- Vilnius- Lituania
Il primo si trova a circa 80 miglia fuori Vilnius, capitale della Lituania e ha per così dire una finalità didattica: serve infatti per ricordare ai visitatori i tempi bui del comunismo sovietico. Ci sono passerelle in legno e allestimenti che ricordano i campi di prigionia siberiani, torrette di guardia , busti e statue dei dittatori.
E se non basta la nostalgia e volete provare un’esperienza più estrema c’è Bunkeris 1984, un bunker a 15 metri di profondità nelle foreste vicino a nemencine. Qui per 50$ avrete la possibilità di :
spogliarvi (temporaneamente :-) dei vostri averi, indossare una ruvida tuta da prigionieri, provare una maschera antigas, imparare l’inno sovietico ed essere interrogati da un ufficiale del KGB. Ehm ehm diciamo che l’esperienza è forte!

Il sito di Bunkeris 1984

Bonbonland – fuori Copenhagen- Damimarca
A prima vista sembra un classico parco di divertimenti ma se si guarda bene i personaggi che lo animano sono alquanto ambigui: la mucca rosa del carosello mostra le mammelle, il seggiolino della giostra è sospeso su una tartaruga ubriaca, le montagne russe emanano odori e suoni un po’ imbarazzanti mentre vanno…insomma va provato!

Il logo del Parco Loveland

Jeju Island-South Korea
Questo è un parco dell’amore nel senso letterale del termine: lo si capisce a partire dale gambe che incorniciano l’ingresso.
La Corea del SUD è un paese molto all’avanguardia da questo punto di vista tanto che promuove sia manifestazione pubbliche di affetto sia la convivenza prima del matrimonio. Su quest’isola gli hotel offrono numeri di lap dance ed altri giochini alle timide coppie di sposini ;-)
Nel parco di Loveland ci sono circa 140 sculture con pose di natura sessuale: da semplici effusioni a terzetti ingarbugliati. Ci sono anche montagne a forma di capezzolo o fontane di vibratori..dimenticavo: è vietato ai minori di 18 anni!

Una vista del parco Tierrasanta.

E dopo tanta libertà di costumi ecco un parco dove espiare tutte le colpe:
Tierra Santa – Buenos Aires, Argentina
E’ un parco a tema religioso: qui sono ricostruite tutte le storie della sacra Bibbia. L’attrazione principale è la risurrezione: ogni mezz’ora gesù si alza da dietro la montagna con la colonna sonora del messia di Hendel. Poi c’è la natività in mezzo a un trionfo di laser..io sono un po’ perplessa ma fate voi ;-)

Coney Island, New York Brooklyn, New York
E ora mixate il kitsch americano con la cultura underground newyorkese: ecco il parco di Coney Island, che offre spettacoli freak lungo tutto il lungomare!
Diciamo che il parco è stato molto ridimensionato e un filo decadente ma conserva ancora moltissimo fascino: perdetevi tra mangiafuoco, ingoiatori di spade e spettacoli di burlesque gustandovi frullati di frutta in tazze neon!
E per niente al mondo perdetevi un giro sulle montagne russe…

I personaggi freak di Coney Island.

I personaggi freak di Coney Island.

Harmonyland – Oita, Japan Oita, Giappone
Bè si sa che il Giappone è sempre avanti e per assaporare davvero il gusto giapponese non si può non approfondire l’ossessione per personaggi come Hello Kitty.
Dedicati alla gattina più famosa al mondo ci sono due parchi a tema: il Sanrio Puroland a Tokio e l’ Harmonyland fuori Oita.

Quello che stupisce di quest’ultimo sono gli spettacoli dal vivo e le sfilate: i personaggi diventano fate d’acqua e gli effetti sembrano davvero magici!

Tags: parchi divertimento, parchi divertimento giappone, parchi tema, parco coney island, parco hello kitty, parco vilnius