vacanza in grecia con la crisi

La Grecia è da sempre meta turistica amata dagli italiani, ma è prudente andare in vacanza in Grecia con la crisi? Vediamo tutti i consigli per chi intende affrontare una vacanza in Grecia in questo periodo di incertezza e austerità per il popolo ellenico. 

Diciamolo subito, fare una vacanza in Grecia in piena crisi è un salto nel vuoto. Si parla di default, di uscita della Grecia dall’Euro, di austerità e accordi economici… un turista in Grecia non troverà di certo l’ambiente ideale per una vacanza e i rischi sono numerosi.

  • Primo avviso: attenti ai borseggiatori

Chi ha prenotato una vacanza ad Atena deve sapere che a causa della crisi si è registrato un forte incremento di furti diretti sia ai turisti, sia agli abitanti del luogo. I furti sono stati collegati all’aumento dell’immigrazione illegale oltre che alla crisi locale. I più colpiti sono i turisti che si recano nella zona portuale del Pireo, nella metropolitana della capitale e nelle aree più affollate che sono anche quelle più interessanti per i viaggiatori.

Chi si reca in vacanza a Atene, così come presso le località turistiche più gettonate del Paese, farà bene a stare attento ai borseggiatori.

Per chi va in vacanza a Atena, le zone al centro delle manifestazioni sono: piazza Syntagma (davanti al Parlamento), la piazza Omonia e le zone di Panepistimiou e Akademias. Da evitare è anche il quartiere di Exarchia e il Politecnico, quindi è sconsigliata la visita al Museo Archeologico e all’Istituto di Cultura Italiana in Grecia.

  • Secondo avviso: verificate la presenza di scioperi e manifestazioni 

La gran parte di scioperi e manifestazioni possono essere imprevedibili, tuttavia vi consigliamo di verificare che, nei giorni dedicati al soggiorno in Grecia, tutti i servizi basilari vengano erogati normalmente. Controllate che le strade siano percorribili, che non ci siano cortei in programma e che non siano previsti blocchi di porti, aeroporti, ferrovie o ospedali.

  • Non fate affidamento ai bancomat

La situazione che disciplina il prelievo agli sportelli bancomat per carte di credito straniere è regolare. In teoria un turista italiano potrebbe prelevare al bancomat senza alcun problema. Per il popolo greco è stato fissato un tetto massimo di prelievo pari a 60 euro quindi sono ricorrenti e interminabili le file ai bancomat, molti dei quali, poi, risultano fuori servizio. Per questo motivo il nostro consiglio è di portare con sé abbastanza contante da poter sopravvivere per l’intera vacanza. Certo, dato la presenza di borseggiatori è un rischio ma sarebbe più rischioso rimanere in Grecia senza alcuna disponibilità danarosa. Non è neanche facile calcolare quanto portare durante una vacanza in Grecia perché con questa crisi, con molte probabilità, le strutture ricettive come bar e ristoranti potrebbero far impennare i prezzi per i turisti europei, italiani compresi. Ricordate, però, che per legge non potete portare fuori dall’Italia più di 10mila euro in contanti senza dichiarazione.

  • Rischi vari

Tenete presente che in Grecia la situazione di crisi è tale che rende difficile il rifornimento di supermercati, ristoranti, negozi e farmacie. Tale situazione non vi fornisce alcuna garanzia sulle condizione igieniche degli eventuali alimenti acquistati presso bar e ristoranti. La situazione è estremamente imprevedibile. Mettete in valigia tutte le medicine di cui si potrebbe aver bisogno, calcolate che in ospedale non potrebbero essere all’altezza di offrirvi neanche un minimo di soccorso in caso di infortunio.

  • Assicurazioni e condizioni del viaggio 

Stipulate un’assicurazione ad hoc ed evitate la vacanza in Grecia fai da te perché i rischi sono troppi. Potrebbero essere cancellati improvvisamente i voli, quindi affidatevi a un Tour Operator in grado di garantirvi rientro di emergenza o il rimborso completo del prezzo versato in caso di bancarotta di Atena.

Portate anche il passaporto perché, in ogni momento (a prescindere dal risultato del referendum) la Grecia potrebbe uscire dall’Unione Europea. Per una questione di sicurezza, il portale Viaggiare Sicuri consiglia di registrarsi al servizio Unità di Crisi della Farnesina “Dove Siamo nel Mondo“.

Nell’immagine in alto è mostrata la baia di Anthony Quinn, la foto è stata scattata nell’isola di Rodi, durante la mia recente vacanza in Grecia.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Richiedi itinerario personalizzato