orto botanico di Portici

Orto botanico di Portici: come arrivarci, orari di apertura, la storia della Reggia di Portici e gli eventi ospitati all’interno del suo giardino botanico.

L’Orto botanico di Portici si trova all’interno del Parto Reale della Reggia di Portici; la zona è stata fatta costruire tra il 1738 e il 1748 da Carlo III di Spagna. Nel 1872, nei giardini venne fondata la Reale Scuola superiore di Agricoltura e il parco verde fu ampliato di ulteriori 36 ettari: è così che nacquero due aree trasformate poi in giardini botanici. La Storia dell’orto botanico di Portici e del bosco circostante è assai antica e offre la possibilità di effettuare itinerari scientifici, storici e culturali.

L’orto botanico di Portici raccoglie, attualmente, più di 4000 esemplari di piante appartenenti a circa 1000 specie differenti. Tra le collezioni botaniche più interessanti vi segnaliamo la Serra delle Succulente, un’area in cui si coltivano oltre 400 specie differenti provenienti dai deserti africani e americani. La serra riscaldata per le piante grasse occupa una superficie di 1.000 m².
Il giardino comprende anche palme, felci, conifere, piante carnivor, piante commestibili, piante medicinali e un ampio tappeto erboso con fontane e opere d’arte.

Orto botanico nella Reggia di Portici

L’orto botanico di Portici occupa una parte importante nel Parco della Reggia. In origine, il bosco della Reggia di Portici vantava una notevole estensione: iniziava nella zona di Pugliano, lato Vesuvio, fino a spingersi sin giù al Granatello, verso il mare. Ancora oggi, la lussureggiante vegetazione, fa da cornice a diverse opere d’arte come la Fontana delle sirene, il Chiosco di re Carlo, Fontana dei cigni e un piccolo anfiteatro.

Fino all’arrivo del sovrano Ferdinando IV, il bosco della Reggia di Portici ospitava uno zoo con specie di animali esotici. Oggi, un’ampia macchia del bosco è stata eliminata per dare vita all’inserimento di un tappeto erboso. L’orto botanico di Portici, insieme al bosco, rappresentano una forte testimonianza di natura storico, scientifica e culturale. L’area, infatti, unisce la qualità del museo scientifico, del giardino storico e del sito archeologico della Reggia.

Orto botanico di Portici, eventi e orari di apertura

L’orto botanico di Portici è aperto al pubblico  la mattina, nei giorni feriali. Il sito dell’orto botanico è spesso usato come location di eventi di varia natura. Per esempio, per citare il prossimo evento in programma, l’orto botanico della Reggia di Portici aprirà i suoi cancelli domenica 5 giugno dalle 9.30 alle 13.30 in occasione dell’edizione 2016 di Studenti in mostra, un’interessante Mostra mercato di prodotti alimentari e artigianali. Questo evento si ripeterà ogni prima domenica del mese di giungo e ogni mese gli eventi andranno a toccare tematiche differenti volte alla conoscenza del mondo agro-alimentare e botanico. Per gli eventi, vi è la possibilità di parcheggiare l’auto, gratuitamente, all’interno della stessa Reggia di Portici. I prezzi d’ingresso? L’accesso per l’evento è gratuito.

Reggia di Portici, orari e prezzi

Come premesso, alcune aree delle Reggia e del parco si possono visitare gratuitamente; l’accesso è consentito liberalmente all’esedra, agli scaloni monumentali, alla sala delle guardie, alla prateria, e al parco superiore.

Gli orari d’apertura vanno dal lunedì al venerdì: 9:00-19:30 (ultimo ingresso ore 18:30), mentre il sabato si rispetta l’orario: 9:00-13:00 (ultimo ingresso ore 12:00). La domenica, in genere, è destinata agli eventi.

Il ticket d’ingresso per l’orto botanico si compra con 5 euro. L’orto apre alle 9 e chiude un’ora prima del tramonto. Il prezzo del biglietto combinato (Museo della Reggia + Orto botanico) ammonta a 7 euro mentre il prezzo per visitare l’Herculanense Museum ammonta a 5 euro. E’ prevista una riduzione di un euro per minori di 18 anni, docenti e studenti universitari. Non manca la possibilità di effettuare visite tematiche con la convenzione del Museo di Pietrarsa.

Orto botanico di Portici, come arrivare

L’orto botanico di Portici è gestito dalla Favoltà di Agraria dell’Università di Napoli Federico II. L’orto è ben collegato con i mezzi di trasporto pubblico, si raggiunge facilmente in treno, scendendo alla fermata della circunvesuviano Portici – Via Libertà. L’orto botanico si trova in Via Università.

Per raggiungere l’orto botanico di Portici in auto, sarà necessario prendere l’autostrada A3 “Napoli – Salerno” e prendere lo svingolo Portici – Ercolano, da qui vi basterà seguire le indicazioni per la Reggia di Portici.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Richiedi itinerario personalizzato