Piero della Francesca Roseo Euroterme

Arte e relax, Piero della Francesca e Roseo Euroterme: un fantastico connubio alla portata di tutti alla scoperta delle opere del grande maestro percorrendo il territorio di ben 4 regioni italiane: Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria, senza dimenticare il benessere del corpo e la buona cucina.

Piero della Francesca è stato un pittore, umanista e matematico che riuscì con le sue opere a rappresentare mirabilmente i valori intellettuali e spirituali del Rinascimento italiano.

Per far scoprire ai turisti le opere realizzare da Piero della Francesca durante i suoi pellegrinaggi nell’Italia centrale nasce il progetto “Terre di Piero“, uno straordinario itinerario tra arte, territorio, storia, tradizioni, cultura ed enogastronomia che sta riscuotendo crescente successo.

Il Roseo Euroterme Wellness Resort, hotel a 4 stelle situato a Bagno di Romagna e dotato di tutto quanto si possa chiedere per trascorrere un soggiorno in totale relax, tra cui ristoranti di alto livello, piscine termali, centro benessere e terrazze solarium, si colloca in posizione strategica sul territorio per consentire al turista di visitare tutti i luoghi in cui operò il grande maestro.

Prima tappa del percorso che ho potuto provare personalmente nei giorni scorsi è la città di Forlì dove, ai musei San Domenico, è stata allestita la mostra “Piero della Francesca. Indagine su un mito” dove sono esposti alcuni dei suoi dipinti più importanti. Accanto alle opere di Piero sono esposte opere dei più grandi maestri del Rinascimento, tra cui dipinti di Beato Angelico, Paolo Uccello e Andrea del Castagno. L’esposizione resterà aperta fino al 26 giugno 2016.

Seconda tappa il Museo civico di Sansepolcro dove sono esposte due tra i maggiori capolavori di Piero della Francesca: il Polittico della Misericordia, composto da 23 tavole, con al centro la figura maestosa della Madonna che accoglie sotto il suo mantello i fedeli in un abbraccio protettivo (vedere l’immagine di apertura di questo articolo) e la Resurrezione, con il Cristo risorto che emerge dal sepolcro vittorioso sulla morte, simbolo di speranza cristiana della città e della sua rinascita politica.

Piero della Francesca Resurrezione

La Resurrezione di Piero della Francesca

Il museo di Sansepolcro offre ai suoi visitatori numerose opere di altri importanti artisti tra cui Matteo di Giovanni, Andrea della Robbia, Jacopo Carrucci detto il Pontormo, Raffaellino del Colle, Santi di Tito, Giovanni De Vecchi, Leantro Bassano, Domenico Cresti detto il Passignano, Agostino Ciampelli e Giovanni Battista Mercati.

A pochi chilometri da San Sepolcro consiglio di non lasciarvi sfuggire una visita all’Aboca Museum, il Museo delle Erbe che recupera e tramanda la storia del millenario rapporto tra l’Uomo e le Piante attraverso le fonti del passato: preziosi erbari, libri di botanica farmaceutica, antichi mortai, ceramiche e vetrerie.

Per gustare i piatti tipici del territorio e in particolar modo la cacciagione, i funghi e i tartufi potete sostare come ho fatto io all’Osteria In ABOCA dove troverete anche un’ottima cantina.

Delizioso il gazebo all’esterno dell’Osteria letteralmente circondato dai boschi e dalla campagna del luogo.

Osteria In ABOCA San Sepolcro

Il gazebo dell’Osteria In ABOCA nei pressi di San Sepolcro

Di ritorno all’Roseo Euroterme ho iniziato la mia dose di relax con un bagno nella piscina termale alimentata dall’acqua di una millenaria sorgente sotterranea con una temperatura di circa 36°.

I benefici dei bagni termali sono noti fin dai tempi degli antichi romani che frequentavano la zona. Oggi le terme di Ròseo Euroterme Wellness Resort sono convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale e classificate dall’Assessorato Regionale della Sanità come “Livello Super”, grazie alla sua acqua ipertermale bicarbonato alcalino sulfurea. I bagni termali del Roseo Euroterme sono così indicati per il trattamento degli apparati locomotorio, bronco-polmonare, otorino-laringoiatrico, vascolare-periferico e gastro-enterico.

Le piscine termali del Roseo Euroterme si estendono sia all’interno che all’esterno della struttura, così da poter nuotare ammirando i boschi di Bagno di Romagna, nel massimo relax, come potete vedere nello scatto notturno che ho utilizzato nell’immagine di apertura di questo articolo.

Le piscine offrono anche fontane d’acqua perfette per rilassare la muscolatura del collo e della schiena e aree con getti d’aria per l’idromassaggio.

Uscito dalla piscina mi attendevano le delizie del centro benessere con un programma “à la carte” che viene personalizzato dagli esperti operatori sulla base delle specifiche esigenze del cliente.

Nel mio caso, dopo un esame della mia pelle, l’estetista ha optato per un trattamento idratante ed elasticizzante: con un leggero massaggio è stato purificato il viso, utilizzando un detergente dalla consistenza leggera ma ad alto contenuto di principi idratanti e lenitivi. Un peeling delicato a base di enzimi ha asportato delicatamente tutte le cellule morte e il viso è poi stato tonificato utilizzando una lozione rinfrescante in gel.

L’essenza scelta per questo procedimento è al Tartufo Bianco, un vero e proprio “tesoro dei boschi della Francia meridionale”.

Per trattare il contorno occhi l’estetista ha utilizzato un’essenza a base di acido jaluronico capace di idratare intensamente la delicata zona degli occhi, levigando le increspature e i gonfiori.

La fase successiva è stata una maschera idratante e rinfrescante al delicato profumo di pompelmo per poi terminare il trattamento con un rilassante massaggio al viso con una specifica crema idratante.

Al termine del trattamento della durata di 1 ora avevo … 10 anni di meno! :-)

Ma il vero “paradiso” per me è stato il massaggio ayurvedico che è seguito, un trattamento dedicato a migliorare il funzionamento fisiologico dell’organismo, annullando stress e fatica fisica e mentale!

Roseo Euroterme - centro estetico

Roseo Euroterme Wellness Resort – trattamenti al centro estetico

La giornata al Roseo Euroterme non poteva che concludersi con una cena a base di prodotti tipici il cui menu vi riporto di seguito:

– Pane di castagne con uovo basotto, fonduta di Raviggiolo e tartufo nero di Sant’Agata Feltria

– Classico raviolo di patate al cinghiale

– Lepre in salmì al Sangiovese con polenta macinata a pietra e tartufo

– Panna cotta “come una volta” con zucchero bruciato

Vini:

Sangiovese Fico Grande Podere Dal Nespoli, 2014

Sangiovese Superiore il Prugneto Poderi dal Nespoli, 2015

Teluccio Podere Dal Nespoli, 2011.

… una cena di gran classe con il voto più alto assegnato al primo piatto, con un mix di sapori equilibrati veramente notevole.

Il secondo giorno passato sulle “Orme di Piero della Francesca” mi ha permesso di ammirare un capolavoro che ancora non avevo visto: “La Madonna del Parto” conservato in un museo appositamente predisposto, a Monterchi, dopo esser stato trasportato dalla vicina cappella di Santa Maria di Momentana per favorirne la conservazione.

Nel dipinto la Madonna è ritratta in piedi, leggermente ricurva, nel gesto di puntare una mano sul fianco per sorreggere il peso del ventre. Due angeli, dipinti sulla base di un medesimo cartone rovesciato per accentuare la simmetria dell’opera, tengono i lembi di un tendone discosti come se stessero spalancando un sipario per lo spettatore.

Un opera notevolissima presentata nell’oscurità di una sala che ne fa risaltare ancor di più la bellezza!

Madonna del parto a Monterchi

La Madonna del Parto di Piero della Francesca esposta a Monterchi

Il secondo giorno di trattamenti estetici e curativi al Roseo Euroterme si è articolato in due momenti di relax: il trattamento per depurare la pelle e favorire la disintossicazione delle vie respiratorie nella grotta termale e il trattamento con i fanghi termali, seguiti da un rilassante idromassaggio: due trattamenti rilassanti e curativi e per questo offerti sempre sotto l’attenta supervisione degli operatori qualificati del centro.

Nel mio caso ho concentrato l’attenzione dei fanghi su tre zone, che con la mia vita sportiva a base di running e squash sono decisamente sollecitate: ginocchia, schiena e spalle.

… e così è arrivata l’ora della cena, nel secondo giorno servita “a self service” ma non per questo meno “pregiata e genuina” del giorno precedente. Affettati, cacciagione, gnocchi e pasta al pesto, formaggi e tante altre delizie fatte in casa dagli chef del Roseo Euroterme.

Roseo Euroterme - cena

Prodotti tipici alla cena self service del Roseo Euroterme

Il mio weekend a Bagno di Romagna a scoprire i capolavori di Piero della Francesca e a rilassare corpo e anima grazie alle proposte del Roseo Euroterme Wellness Resort si è così concluso: tre giorni decisamente piacevoli e rigeneranti ma conto di tornare presto anche per provare altre esperienze offerte dall’Appennino di questa zona e in particolare mi riferisco a trekking e gite in mountain bike in un ambiente ancora incontaminato e poco conosciuto dai turisti!

Se desiderate assicurarvi un’esperienza analoga dal 23 febbraio potete approfittare del nuovo pacchetto turistico, gastronomico e culturale proposto dal Ròseo Euroterme, “Il genio di Piero della Francesca tra arte, gusto e benessere”,  che si inserisce all’interno del progetto più ampio di APT “Terre di Piero”. Ecco cosa prevede:

– Soggiorno di 3 notti in camera doppia Superior (doppia o matrimoniale) in mezza pensione con colazione e cena presso il ristorante interno (acqua e vino alla spina compresi)
– Libero accesso al centro termale con piscina aperta/scoperta, centro fitness e aree relax
– Un massaggio esperienziale (1 ora) e uno termale classico
– I servizi di Euroterme Club
* Check-in veloce
* Parcheggio riservato vicino alla Reception
* Colazione con vista sulla splendida natura circostante
* Caffè incluso ai pasti e servito al tavolo
* Connessione Wi-Fi
* Riassetto camera pomeridiano
* Cioccolatino della buona notte

Prezzo: 585,50 Euro

Per maggiori informazioni potete visitare il sito: www.euroterme.com

Richiedi itinerario personalizzato