Monte Generoso

Detto anche Calvagione, mont Generos, Casgnon o Calvagion, il Monte Generoso è alto 1.704 metri e appartiene alle Prealpi Luganesi, si trova per la precisione proprio sul confine tra la Svizzera e l’Italia. La sua vetta, che gli escursionisti più esperti forse sono più portati a chiamate punta Càdola, pensate che è una vetta con doppia cittadinanza, visto che risulta ufficialmente condivisa tra il comune italiano di Centro Valle Intelvi e quello svizzero di Rovio. Nel massiccio in questione troviamo anche un’altra cima, leggermente più bassa ma non meno affascinante da raggiungere, si chiama cima Baraghetto, misura 1.701 metri ed è situata appena più a nord della cima principale.

Caverna Generosa

Prima di incamminarci sul Monte Generoso esploriamone i suoi versanti, alla scoperta di grotte e anfratti interessanti. Tra tutti, di recente scoperta, va citata una grotta che si trova sul versante orientale, in territorio italiano. E’ stata denominata Caverna Generosa ma di fatto viene comunemente chiamata Grotta dell’Orso perché vi sono stati trovati i resti di un orso delle caverne (Ursus spelaeus) risalenti ad un periodo compreso tra i 50.000 ed i 30.000 anni fa.

L’orso non è il solo animale che ha “lasciato” qui i suoi resti, ci sono anche quelli del lupo (Canis lupus), dell’orso bruno (Ursus arctos), dello stambecco (Capra ibex), dell’alce (Alces alces) e di molte altre creature tra cui l’uomo. Non è di troppo tempo fa, infatti, la scoperta all’interno della Caverna Generosa di reperti attribuibili all’uomo di Neandertal, risalenti ad un periodo compreso tra i 50.000 ed i 60.000 anni fa. Questa grotta non è certo l’unica che potete trovare nei dintorni di questa montagna che è ricchissima di anfratti. Per ora si contano 92 grotte per una lunghezza totale di 13 chilometri ma se ne potrebbero ancora scoprire altre.

Monte Generoso: come arrivare

Alto oltre 1700 metri il Monte Generoso spunta sull’estremità meridionale del Lago di Lugano in una posizione che lo elegge a montagna più panoramica di tutto il Canton Ticino. Non è infatti un caso se il noto architetto Mario Botta ha deciso di recente di costruire proprio qui il suo “Fiore di pietra”, un edificio con finestre che riflettono a 360° il panorama mozzafiato offerto dal Monte Generoso, un panorama che spazia su tutta la zona del lago e anche sulla città di Lugano.

Dalla sua cima possiamo osservare il Cervino e il Jungfrau ma anche il massiccio del Bernina. Sia in treno che in auto è possibile avvicinarsi al Monte Generoso, in treno in particolare si può fare riferimento alle stazioni di Chiasso o di Lugano, per poi proseguire con la Ferrovia del Monte Generoso. E qui inizia la magia perché per portare i turisti in cima e far loro godere una vista mozzafiato, da 125 anni c’è una cremagliera che percorre un tratto lungo ben 9 km attraversando dei luoghi meravigliosi tanto che sembra di inoltrarsi in un regno ultraterreno.

Sul tragitto della cremagliera non viaggiano solo treni elettrici, pratici e comodi, ma anche più affascinanti mezzi di trasporto che ci ricordano tempi passati come il treno a vapore in funzione più vecchio della Svizzera, che risale al 1890, e un altro treno che non si può certo chiamare moderno visto che risale al 1950. L’esperienza verso il monte Generoso quindi inizia a bordo del treno ed è subito chiaro che sarà una avventura unica e memorabile.

Monte Generoso: come arrivare

Monte Generoso: percorso

Per chi vuole andare alla scoperta di questa montagna ci sono ben 51 km e oltre di sentieri e percorsi che la avvolgono in una trama di tragitti possibili. Ce n’è per tutti i gusti, dagli itinerari per esperti escursionisti a quelli per principianti, ci sono percorsi didattici naturali e il Percorso delle Nevère. Nevère è il nome delle costruzioni di pietra ormai restaurate le cui tracce possono essere osservate percorrendo questo sentiero, si tratta di costruzioni che un tempo venivano riempite di ghiaccio e usate per refrigerare il latte prima che venisse trasformato in burro.

Tra le attività che possono essere effettuate visitando il Monte Generoso e salendovi in cima, c’è anche il parapendio, dedicato ai più coraggiosi. I voli in parapendio iniziano sul Monte Generoso, dalla sua cima si può poi andare a sorvolare i dintorni scegliendo tra laghi e cittadine. Per chi soffre di vertigini ma ama l’astronomia, ogni sabato sera c’è la possibilità di ammirare lo spettacolo del cielo stellato nell’osservatorio del Monte Generoso che da maggio a novembre, ogni domenica, propone anche delle osservazioni delle attività solari.

Monte Generoso: dove mangiare

Torniamo alla bella costruzione di Botta per un momento di piacere non solo panoramico ma anche culinario. Il ristorante si chiama “Fiore di pietra” proprio come l’edificio e propone una cucina decisamente di alto livello con cibi preparati con metodi di cottura sani, leggeri e tipici del territorio. E’ un luogo dove si promuove una cultura del mangiare al passo con i tempi, ci sono 125 coperti in una sala elegante e molto luminosa, chic ma accogliente, ideale per incontri informali di lavoro ma anche per feste private e anniversari romantici. Lo Chef è Luca Bassan, chef creativo, insignito con una stella Michelin, di origine italiana ma che lavora in Ticino dal 2001.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram