Rifugi Trentino

Pale di San Martino, foto di Jonas Bendiksen

Il Trentino Alto Adige è una regione ricca di paesaggi sorprendenti ed è capace di regalare esperienze veramente magiche a contatto con la natura.

Per chi ama il paesaggio alpino, il silenzio, i colori accesi e le emozioni forti il Trentino è la meta giusta.

E’ una regione che anche in autunno può essere stimolante e può regalare esperienze uniche.

Le settimane che segnano il passaggio tra l’estate e l’autunno offrono all’escursionista l’opportunità di vivere e scoprire una montagna insolita, quando i colori vivi dell’estate iniziano a lasciare spazio a quelli più caldi dell’autunno con i cieli tersi e limpidi che si dilatano fino all’orizzonte.

A favorire tutto questo è sicuramente anche il clima che in questa stagione è ideale per incamminarsi lungo i sentieri in alta quota.

Durante le vostre passeggiate tra i pascoli, le rocce e i fitti boschi del Trentino saranno coinvolti tutti i vostri sensi e ad ogni passo proverete un’emozione diversa: prima di tutto rimarrete stupidi dalla profondità del silenzio che vi circonda e che vi fa provare l’emozione di sentirvi come in un altro mondo, staccando la spina dal caos e dal solito traffico delle città; secondariamente potrete incontrare e fare “amicizia” con i tantissimi animali che popolano questo mondo come per esempio camosci e addirittura potrete osservare le aquile che elegantemente volano in cielo.

In Trentino sono moltissimi i rifugi presso cui passare una vacanza; in autunno questi rifugi assumono un fascino e un’atmosfera ancora più particolari tanto da rendere l’esperienza al loro interno ancora più unica ed indimenticabile.

Trascorrere una o più notti in un rifugio è un’esperienza che vale la pena provare e che io consiglio vivamente, perchè lascia ad ogni persona qualcosa di speciale e unico: potrete vivere seguendo ritmi diversi da quelli della solita routine, conoscerete realtà nuove, avrete la possibilità di osservare paesaggi e albe mozzafiato e soprattutto potrete conoscere e passare del tempo con persone provenienti da paesi lontani e culture diverse, arricchendovi a livello personale.

Le “case degli alpinisti” del Trentino sono 146 e tra queste numerosissime sono le strutture che anche quest’anno hanno deciso di prolungare la loro apertura oltre il 20 settembre; molte saranno aperte fino ad ottobre, altre addirittura fino a novembre per poter ospitare escursionisti e famiglie e far vivere loro esperienze bellissime tra natura, cultura, sport e arte.

Molti rifugi hanno anche predisposto una serie di proposte e offrono dei pacchetti vacanza per coloro che vogliono vivere la montagna in una dimensione più “emozionale”, gustare la cucina tipica del Trentino, svolgere attività e corsi come quelli di fotografia e pittura e passare del tempo con la propria famiglia.

A questi si aggiungono pacchetti specifici per gli escursionisti.

Le proposte e le esperienze da vivere che i rifugi offrono sono tantissime e sulla base di queste ora vi consiglierò alcune strutture.

– Il rifugio Capanna Cervino è situato nel cuore del Gruppo delle Pale di San Martino al cospetto dell’imponente Cimon della Pala. Dal 20 settembre al 4 ottobre propone un menù completo tipico del Trentino al solo costo di 22 euro; inoltre è possibile trascorrere presso questo rifugio due week end, quello del 26-27 settembre e quello del 3-4 ottobre, per vivere un’esperienza particolare e bellissima: addentrarsi nel bosco insieme a degli esperti e scoprire i segreti del cervo, re della foresta di Paneveggio.

Il costo del pacchetto parte da 52 euro e per avere maggiori informazioni è possibile contattare il numero 340 0747643.

– Il rifugio Sette Selle è situato nel cuore del Lagorai a 2014 metri di altezza. Ogni lunedì, fino al 30 settembre, questa struttura propone ai bambini “Ninna nanna al rifugio”, un’esperienza dedicata ai più piccoli con letture e attività ricreative.

Il prezzo del pacchetto parte da 42 euro ed è gratuito per i bambini fino agli 8 anni.  Se desiderate maggiori informazioni potete contattare il numero 347 1594929.

Rifugi Trentino

Rifugio Le Sette Selle, foto di Daniele Lira

– Il rifugio Monte Baldo è situato nel Trentino occidentale, sopra Avio (provincia di Trento) ed è immerso in una natura rigogliosa tra il Monte Telegrafo e il Monte Altissimo, a due passi dal Lago di Garda. La proposta autunnule di questo rifugio è quella di poter seguire dal 15 al 18 ottobre un corso di quattro giorni di acquerello “en plei air” in compagnia di un artista naturalista.

Il prezzo del pacchetto parte da 255 euro. Per avere maggiori informazioni potete chiamare il numero 333 4648829.

– Il rifugio Val d’Amola “Giovanni Segantini” è situato ai piedi della Presanella, sulle Dolomiti. Dal 18 al 20 settembre propone la possibilità di partecipare a un corso-incontro di fotografia per tutti coloro che ne sono appassionati, sia principianti che esperti. Il corso sarà tenuto dal fotografo Alberto Bregani.

Per chi fosse interessato il costo del pacchetto parte da 135 euro e se desiderate maggiori informazioni potete chiamare il numero 0465 507357.

– Il rigufio Predaia ai Todes-ci domina dall’alto l’affascinante Val di Non. La proposta per l’autunno di questa struttura è ideale per le famiglie con bambini: include attività ricreative e una conveniente formula soggiorno 2 adulti + 2 bambini pagando solo tre quote. La proposta è valida fino al 30 settembre.

Il prezzo del pacchetto parte da 180 euro e per avere maggiori informazioni potete contattare il numero 0463 463138.

– Il rifugio Roda di Vaèl è situato sulla Sella del Ciampaz a quota 2283 metri nel mezzo del gruppo del Cantinaccio. Questa struttura il 26 e il 27 settembre organizza “Un rifugio e le sue infinite stelle”, un week end all’insegna dell’osservazione dei corpi celesti in collaborazione con l’associazione Astrofili Trentini.

Il costo del pacchetto parte da 50 euro e potrete avere maggiori informazioni chiamando il numero 0462 764450 oppure il numero 335 6750325.

Rifugi Trentino

Rifugio Roda di Vaèl, foto di Carlo Baroni

Per gli escursionisti, anche dopo il 20 settembre, le offerte e le proposte sono moltissime: gli amanti della montagna potranno trascorrere le loro notti presso il rifugio di maggiore gradimento e da lì potranno incamminarsi e fare trekking lungo alcuni dei più spettacolari itinerari, come per esempio il “Dolomiti Trek King” in Val di Fassa, il Brenta Trek Expert e nel Parco Naturale Adamello Brenta.

Per un anticipazione dei panorami mozzafiato che potrete ammirare dai rifugi del Trentino potete guardare questo bellissimo video realizzato da Trentino Marketing.

Niente male, vero?

Per avere maggiori informazioni su queste offerte appena elencate o anche su altre proposte potete visitare il sito www.rifugi.visittrentino.it/. Qui troverete anche informazioni sugli eventi e le iniziative organizzate da tutti i rifugi che in autunno rimarrano aperti.

Se deciderete di passare qualche giorno tra le montagne e i rifugi del Trentino sono sicura che ne rimarrete entusiasti.

E’ una vacanza stimolante e indimenticabile che prima o poi tutti devono regalarsi :-)

Buzzoole

Richiedi itinerario personalizzato