La crisi si sta fecendo sentire e secondo alcuni analisti il 2009 segnerà anche l’anno più difficile per il settore alberghiero. Ma visto che la voglia di viaggiare è tanta ho scovato sul sito americano consierge.com una lista di strategie per risparmiare e viaggiare in maniera più intelligente nel 2009.

Ecco i punti più interessanti:

rivedere i propri progetti di viaggio in base ai paesi dove la nostra valuta è più forte
Alcune monete hanno oscillato in modo drammatico negli ultimi mesi e ora paesi come l’ Australia, Botswana, Brasile, Canada, Cile, Islanda, India, Messico, Nuova Zelanda e Sud Africa sono più a buon mercato rispetto a prima.
prestare attenzione alle offerte che vi propongono di allungare il soggiorno in virtù di un ulteriore sconto. Infatti gli hotel e i resort che lo propongono spesso sperano di rientrare proponendovi costi per le attività e la ristorazione molto alti. Inoltre poichè la recessione continuerà conviene prenotare con meno anticipo possibile, ad eccezione di mete e di periodi troppo gettonati per offrire la chance dell’ultimo minuto (a Parigi durante la settimana della moda :-))


pagare in valuta locale, quindi essere sicuri di utilizzare ad esempio una carta di credito che non esercita supplementi sulla valuta estera.
cercare pacchetti volo+hotel per mete molto popolari
I grossi attori del mercato acquistano blocchi di camere con un tasso negoziato molto basso e largo anticipo. In tempi di magra pur di vendere i posti non prenotati sono disposti a vendere la stanza ad un prezzo di poco superiore di quello di prenotazione.

fate sempre attenzione ad eventuali tasse nascoste. E’ vero il prezzo per la stanza può scendere ma poi magari occorre sborsare una fortuna per l’uso della piscina, del parcheggio o dell’area fitness. Questo vale anche per l’acquisto di biglietti aerei on line dove il prezzo cambia sensibilmente se decidete di sottoscrivere un’assicurazione o l’opzione per un bagaglio in più.
– Se dovete affrontare un volo transoceanico ma non volete spendere una fortuna in business class considerate anche le tariffe premium economy, ovvero posti più confortevoli dell’economy ma con supplementi sopportabili (ad es.British Airways propone una sovrattassa di 300$ andata e ritorno da Londra a NYC per un posto premium economy). Un preziosissimo consiglio: se volete informazioni sulla distanza sedile gambe e su altre “funzionalità vitali” per sopravvivere 10 ore in aereo delle compagnie visitate seatguru.com.

– agite molto velocemente
Quello alberghiero è uno dei settori tecnologicamente più esperti. In altre parole, una vendita può essere avviata e chiusa nel giro di poche ore. Le opportunità ci sono ma richiedono prontezza e decisione perchè spesso un’offerta rimane on line per sole 24 ore!

E ora cominciate a pensare a dove vorreste volare…

Tags: come prenotare on line, consigli viaggi economici, prenotazione hotel, risparmio hotel, strategie risparmio, tariffe aeree, viaggi low cost